Da Bamako a Dakar

Stupidamente puntuali, dato che siamo in Africa, arriviamo alle 7 del mattino spaccate al bus che ovviamente parte con la solita ora e mezza di ritardo. L’agenzia di viaggio si chiama “Sangue Voyage” e mai nome più appropriato potevano darle dato che per arrivare a Dakar dovremo letteralmente schiumare sangue. Valeria chiede ad uno dell’agenzia se puo’ salire sul bus e scegliere il posto a sedere e senza problemi glielo fanno fare ma ovviamente le chiedono dei soldi in più e lei super incazzata risponde che ha già pagato 25000 CFA, cioè la bellezza di 37 euro, e che quindi non ha nessuna intenzione di pagare un centesimo di più! Con tutta la calma del mondo finiscono di caricare i bagagli così finalmente possiamo partire e per salire sul bus l’autista fa l’appello come a scuola! Il bus non è per niente confortevole e già ai primi chilometri ci sentiamo distrutti e accaldati. Ci fermiamo diverse volte lungo la strada e la frontiera sembra non arrivare mai. Verso le 8 di sera ci fermiamo da qualche parte in Mali e vediamo che un po’ di gente riprende i bagagli, noi scendiamo a mangiare un boccone da una signora che cucina in mezzo alla strada e mangiamo pure di fretta perchè pensiamo di ripartire abbastanza velocemente ed invece..il bus si fermerà lì per tutta la notte! Continua a leggere Da Bamako a Dakar

Mali

Meno Spendi Più ViaggiMali 4 giorni, prezzi per persona

Visto 30,00 euro
Trasporti:
da Kan Kan a Bamako 13,50 euro
taxi in città 6 euro
bus Bamako Dakar 37,00 euro
Dormire:
gratis da Melissa (couchsurfing)
Cibo:
cibo e acqua circa 4 euro per un totale di 16 euro
Internet:
2 euro

Totale:  104,50 euro

Bamako

A casa di Melissa ci rilassiamo, facciamo una bella doccia e una bella dormita! Nel pomeriggio andiamo all’ufficio immigrazione dove lasciamo i nostri passaporti e paghiamo qualcosa in più per fare il visto multi entrata perchè andando in Burkina Faso bisogna poi riattraversare il Mali per andare in Segal. Fa un caldo impressionante e decidiamo di tornare verso casa. Bamako è decisamente una grande città, con tanto di semafori, piazze, marciapiedi e un traffico spaventoso tra macchine, taxi e moto. A casa pranziamo con dei noodles e macedonia di mango, banane e yogurt. Valeria in tutta la sua vita non ha mai mangiato i noodles e sia io che Melissa la prendiamo in giro..per fortuna che la ragazza è di Milano!
Melissa ci dice un po’ di cose che potremmo vedere in Mali e mentre ci spiega vedo che Valeria è decisamente sofferente, probabilmente perchè dobbiamo fare ancora molti chilometri prima di tornare a Dakar. Capisco che c’è qualcosa che non va e allora durante la notte medito e il mattino dopo appena ci svegliamo lei mi dice: “Dobbiamo cercare un couchsurfer per Mopti” (altra città in Mali) e io le rispondo: “No..torniamo a Dakar!”. Continua a leggere Bamako