Traghetto per le Canarie: Portimao, Madeira e Gran Canaria

Claudio ci raggiunge il giorno dopo e anche lui rimane decisamente affascinato dalla ridente Portimao tanto da non affacciarsi nemmeno alle scogliere e alle spiagge.
In ostello ci rilassiamo per bene e ci ricarichiamo a dovere per affrontare le tante ore di nave che ci aspettano.
E’ ora di imbarcarci e ci dirigiamo al porto, finalmente possiamo vedere il traghetto che non e’ così’ precario come pensavamo, anzi!
Con un leggero ritardo saliamo sulla barca, anche se non c’e’ tanta gente, proprio perché’ la tratta Portimao – Canarie e’ da poco stata aperta. Ora ci sono due alternative per raggiungere le Canarie, o ci si imbarca da Cadiz per Gran Canaria o si fa qualche chilometro in più’ si raggiunge il Portogallo e si fa la tratta Portimao, Madeira, Gran Canaria.
La differenza sostanziale e’ il prezzo, decisamente più’ economica la seconda tratta nonostante bisogna arrivare fino in Portogallo e nelle prima ci siano incluse la cabina e i pasti.
Mentre ci fanno imbarcare ci dividono sulla nave tra chi scende a Madeira, chi va a Tenerife e chi a Gran Canaria.
Noi scenderemo a Gran Canaria e da li’ poi prenderemo un altro traghetto per Fuerteventura.
Appena mettiamo piede sulla nave cerchiamo di accaparrarci le sedie più comode e siamo fortunati perché’ troviamo subito dei comodi divani dove ci possiamo allungare comodamente.
La nave e’ decisamente carina, comode sedie, divani, schermi un po’ dovunque che trasmettono film e cartoni animati, self service e bar.
Insomma una piccola nave da crociera decisamente confortevole.
Il mare e’ calmo, ceniamo con dei panini e partecipiamo ai giochetti stupidi dell’animazione dell’Armas, il primo e’ il Bingo.
Beh, si può’ anche fare, seduti comodamente sul divanetto l’unica cosa che dobbiamo fare e’ bucherellare la scheda di carta con uno stuzzicadenti se esce il numero estratto. In palio consumazioni gratis!
Ovvio che io mi ci metto di impegno, si vince completando due e tre righe e facendo bingo (completandole cioè’ tutte).
Io sono agguerrita, Paolo partecipa per farmi contenta e devo dire che anche Claudio e’ più’ che mai pronto con lo stecchino in mano.
Iniziano a cantare i numeri: “32, 13, 87, 52..” io e Paolo bucherelliamo poche caselle mentre Claudio va come un treno e ovviamente in meno che non si dica lo si sente urlare: “Ambo!”
Grrr..quella consumazione doveva essere mia! Non dobbiamo scoraggiarci ci sono ancora due possibilità’ di vincere..ma mentre l’animatrice estrae e canta i numeri di nuovo il mio avversario grida: “Terno!”
Noooo..ora ci rimane solo Bingo e a giocare ci saranno almeno 15 persone!
Guardo Paolo, guardo Claudio e mi concentro. Tutti iniziano a bucherellare la scheda, nei 10 minuti successivi nessuno grida la vittoria e vedo che la mia schedina e’ quasi completata quando per l’ennesima volta sento Claudio gridare: “Bingo!”
“Maledetto” penso io!!
Insomma Claudio ha vinto tutto, tre consumazioni e la gloria della nave.
I giochi dell’animazione continuano ma dato che bisogna alzarsi, andare nel mezzo della pista davanti a tutti e tirare non so che a non so cosa io e Paolo boicottiamo mentre Claudio preso dall’euforia continua nei giochi, ovviamente vincendo ancora!
In totale arriverà’ ad accumulare cinque consumazioni in solitaria fino a quando non viene proposto un gioco a squadra, tipo Sarabanda. Comodamente seduti ci fanno ascoltare tot. secondi di una canzone e bisogna indovinare il titolo, chi indovina più canzoni vince e li’ la nostra squadra spacca!
Così’ per la gioia della Vale finalmente anche io e Paolo riusciamo a rinfrescarci la gola vincendo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.