Portimao

PortimaoGuarda tutte le foto di Portimao.
La doccia calda e il buon sonno ci hanno ben ricaricati, belli attivi andiamo a casa della couchsurfer che ospita Claudio a prendere le sue cose. Paolo sistema i bagagli del nostro compagno di viaggio che devo dire e’ peggio di me nel fare le valige! Si perché le cose di Claudio non sono sistemate con ordine ma bensì’ buttate dentro trolley e borse, il Tripmaitrop perciò smonta e rimonta le sue cose riducendo di numero le valige di Claudio.
Carichiamo la macchina con le sue cose e ora si che la nostra auto e’ bella farcita, non pensavamo che Claudio avesse così tante cose ma per fortuna ci sono entrate tutte. Una parte delle sue borse le carica sul suo scooter e una volta allacciato il casco parte verso il Portogallo mentre noi lo seguiamo per i primi chilometri.
Noi intendiamo arrivare fino a Portimao da dove poi salperà la nave per le Canarie mentre Claudio si fermerà una notte a Huelva per spezzare il viaggio che sulle due ruote in effetti e’ pesante.
Ce la farà’ Claudio? Sono tanti chilometri da fare su uno scooter e onestamente noi siamo un po’ scettici. Insomma il traffico, il caldo, la scomodità’ di uno motorino per un viaggio lungo e soprattutto Claudio che non ci sembra proprio essere un centauro! he he he..
Vedremo più’ in la se ce la farà’ o meno. Noi, dopo averlo seguito per qualche minuto, lo distacchiamo e ci dirigiamo verso il confine.
Citta’ dopo città’, durante il tragitto incontriamo una quantità’ di motociclisti impressionate, pensiamo che in questa zona la moto vada per la maggiore ma ci rendiamo conto alle porte di Jerez che in questa città’ si sta svolgendo il Moto GP! Insomma prima Barcellona – Inter e ora il Moto GP, sembra proprio che stiamo seguendo gli eventi sportivi della stagione! Pensiamo subito a Claudio che con il suo scooter rosso si troverà’ in mezzo a questi mostri di potenza e sprint.
Ci fermiamo a mangiare un hot dog con cipolle super economico e ripartiamo. Lasciamo i rombi dei motori alle spalle e proseguiamo.
Tutta la zona intorno a Cadiz e’ meravigliosa, distese immense di alberi da sughero ma soprattutto di pascoli verdi sui quali non mancano bestiame di vacche e cavalli. Incredibile, ogni tanto si vede qualche allevatore a cavallo che controlla il proprio appezzamento. Spettacolare, decisamente il paesaggio più’ bello da quando siamo partiti.
Anche il clima e’ migliore perché’ non siamo più’ attanagliati dal caldo torrido in quanto la zona e’ abbastanza ventilata, infatti non mancano le pale eoliche sulle colline.
Tra verde e bestiame in men che non si dica raggiungiamo il confine e finalmente entriamo in Portogallo. Il paesaggio rimane costante mentre la strada e’ un po’ dismessa e i portoghesi al volante sono più pericolosi che mai!
Ma ecco finalmente arrivare il tanto atteso cartello: Portimao.
La città’ di Portimao e’ strana, direi anche un po’ bruttona, sembra un posto abbastanza dimenticato da Dio. Ci dirigiamo verso quello che dovrebbe essere il porto ma non troviamo nessun ufficio dell’Armas, la compagnia che ci dovrebbe traghettare fino a Gran Canaria.
Chiediamo quindi a qualche passante ma nessuno ci sa indicare da dove parte la nave, inoltre non c’e’ nessuna indicazione che indichi il porto.
Chiediamo in un bar, in un’agenzia immobiliare, in un edicola ma niente..fino a quando non trovo un ragazzo che mi dice dove dobbiamo dirigerci.
Ben nascosto da tutto c’e’ un piccolo porticciolo da dove salpa la nave dell’Armas e il relativo ufficio. E’ vero che la tratta e’ stata aperta da poco pero’ e’ davvero triste e preoccupante! Per un attimo mi ricordo del mio viaggio in Africa dove ogni spostamento era sempre mal organizzato e scomodissimo. Facciamo il biglietto e chiamiamo Claudio.
Con sorpresa Claudio ha raggiunto Huelva, nei tempi previsti e senza intoppi. Lui e’ un po’ il nostro servizio info 24 ore su 24, dato ha un Iphone e internet in qualsiasi momento, perciò’ gli chiedo: “dove possiamo dormire?” e lui in 3 secondi netti: “all’ostello di Portimao!”. Ci da l’indirizo e via.
L’ostello e’ nuovo di zecca, pulito e molto carino. Domani arriverà Claudio così’ noi ne approfittiamo per fare un giretto.
La città’ non e’ niente di che ma le spiagge sono notevoli. Scogliere a picco sul mare, faraglioni e spiagge immense.
Mentre aspettiamo il nostro socio ci facciamo delle belle camminate in riva al mare rilassandoci finalmente perché’ la parte più’ scomoda del viaggio si e’ conclusa.

Un commento su “Portimao”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.