Bangkok e i turisti

ThailandGuarda tutte le foto della Tailandia.
Domani partiremo per la Birmania con un volo della AirAsia. Finalmente perchè Bangkok ci stava diventando ogni giorno sempre più stretta, ma è sempre così perchè le grandi città non fanno per noi.
Probabilmente ieri doveva essere un giorno di festa particolare perchè in giro per le strade c’era un gran fermento, molte persone portavano in mano una ghirlanda di foglie e fiori e altri facevano scoppiare qualche petardo mentre nel cielo nero volavano numerose piccole mongolfiere fatte di carta che svolazzavano sollevate dal calore di una piccola candela. Non sappiamo poi se per casualità o meno ma sempre ieri sera tutti i cani indossavano una maglietta. E’ stato davvero divertente perchè abbiamo visto una specie di lupo con la maglietta di superman, un chiwawa con un kimono giallo, un bastardino con una maglia rossa e un carlino di 50 chili circa vestito con un tutù leopardato portato a spasso dalla padrona a bordo di un passeggino!
E’ incredibile quanta gente passi per Bangkok, ogni giorno c’è gente che parte e gente che arriva a qualsiasi ora. I turisti sono una razza strana, in questi giorni ne abbiamo visti di tutti i colori..c’è quello che si mette subito a girare per la città vestito come un santone e rigorosamente scalzo, cercando di avere con la pianta del piede un contatto con la madre terra attraverso l’asfalto sudicio della città, lo stesso freakkettone che poi va a pranzare da Burger King o da Subway perchè non si fida dell’igiene dei ristoranti o dei chioschi. Oppure chi si allontana da casa facendo chilometri e chilometri per poi fare le stesse cose che farebbe a casa, cioè alcolizzarsi in un bar. C’è chi viaggia solo per andare a divertirsi con qualche bella ragazza asiatica o chi si da allo shopping sfrenato e compulsivo..ma il mondo è bello perchè è vario, solo che mi piacerebbe sapere cosa pensa un tailandese quando vede gente così ciondolare per la sua città, chissà quali pensieri si nascondono dietro i loro sorrisi sempre così generosi ma molto distaccati.
Qualche giorno fa c’è capitato di vedere un turista ubriaco marcio che dormiva davanti alla serranda di un negozio, il negoziante doveva aprire la bottega e per far rinvenire il cadavere con una cannuccia buttava delicatamente qualche goccia d’acqua sul viso dell’alcolico, mentre con un filo di voce gli sussurrava: “good morning..good morning sir..”  Micidiale..
Per non parlare poi di certi cafoni che vanno in giro dando certe risposte alla gente che mi fanno vergognare di essere una viaggiatrice. Ci è capitato più di una volta sentire dei turisti dire frasi del tipo: “Non prenderei la tua merce nemmeno se me la regalassi” oppure “Questa roba fa schifo..la vendevi anche l’anno scorso”.
Il rispetto e l’educazione forse certa gente preferisce lasciarli a casa o forse non sanno nemmeno cosa siano. C’è da preoccuparsi davvero, altro che crisi economica..
Ma per fortuna esistono ancora delle perle rare, backpacker e non con i quali pranzare o bere qualcosa chiacchierando delle proprio esperienze con sincera umiltà e magari condividere qualche chilometro di viaggio insieme.

6 commenti su “Bangkok e i turisti”

  1. Molto bello questo post… mi sembrava di vedere ogni scena come in un film! Sono curioso della Birmania, fateci sapere come vanno le cose, come stanno i monacie la gente…

  2. Rispetto per chi si alcolizza in un bar, ovunque lo faccia!
    Cmq divertente il post. Certo che correte ragazzi eh!? 3-4 tappe nel laos (che io adoro), 2-3 in viet nam, 2 in cambogia..

  3. Un carlino di 50kg… fantastico!!! Complimenti per il post! E’ bello sentire un punto di vista così personale. Effettivamente la bestialità della razza umana è incredibile… e lo dice uno che lavora in un centro commerciale a Cesano Boscone!!!!! Vai Ragazzi!!!

  4. concordo con tutti gli altri sul poco rispetto che ormai sembra essere cosa comune un po’ da troppe parti.
    Post davvero bello, vale si intuisce davvero bene quello che vuoi dire raccontandoci l’anneddoto del negoziante che cerca di svegliare l'”animale”!
    C’è tanto da imparare da questa gente che, per carità, si trova anche dalle nostre parti!
    Magari raramente, ma si trova.
    Buon viaggio ragazzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.