Arrivo a Fuerteventura

FuerteventuraGuarda tutte le foto di Fuerteventura.
Fuerteventura, usciamo dall’aeroporto e un furgoncino VW Transport giallo canarino ci viene a prendere. Quasi non lo riconosco ma dietro una cascata di riccioli dorati si nasconde Paolo. Carichiamo gli zaini e saliamo. Il suo furgone è quasi come il mio con tavole da surf e letto per dormire..mi sento a casa! Andiamo con lui a Puerto del Rosario perchè deve fare delle cose e lì in una stradina minuscola incontro pure Jesus, un mio amico con il quale ho lavorato al Tamaragua. Beviamo e mangiamo una bocada in un bar e andiamo verso Villaverde, dove alloggeremo. Prima di ogni cosa devo assolutamente entrare in acqua e così andiamo a Punta Gorda, oggi la giornata non è delle migliori ma per me va più che bene visto che devo pure riprendere l’allenamento. Torniamo a Villaverde e facciamo lo stop per scendere verso Corralejo, siamo in tre e nessuno ci carica, quindi una volta arrivati alla fermata del bus lo prendiamo. Scendendo lungo la strada ci accorgiamo che hanno costruito un sacco di case, che però sono praticamente tutte sfitte. Corralejo assomiglia sempre di più ad una piccola Rimini, il parco acquatico Baku si è ingigantito con tanto di finto galeone dei pirati e acquario..bella roba! Lungo l’Avenida Principal non ci sono più i negozi, i ristoranti, i pub e i bar che ci ricordavamo, molti hanno chiuso o sono cambiati. Impressionante, sono passati solo due anni e mezzo ma Corralejo è cambiata parecchio. Turisti non ce ne sono, infatti è da un po’ di tempo che c’è un bel po’ di crisi nell’aria perchè girano pochi soldi. Continuiamo il nostro giro eFuerteventura passiamo a salutare un po’ di amici. Si fa tardi risaliamo Villaverde, ceniamo a casa di Paolo con un piatto immenso di mezze penne al sugo di carne e basilico della casa, squisito..ma dopo poco, circa 10 minuti, i nostri stomaci chiedono altro cibo e perciò rimettiamo su la pasta, secondo giro con spaghetti alla bottarga. Crolliamo e andiamo a dormire. La mattina, dopo una splendida dormita, torniamo a Corralejo per affittare una macchina. Andiamo a El Cotillo e a Punta Gorda, c’è tanto mare..entriamo in acqua. Poco prima del tramonto andiamo a Las Dunas a fare due foto e poi andiamo al U-Turn, un locale a Lajares dove si può navigare gratis. Una coca per me e dos canas per Valeria e Gianluca.
INSERT_MAP

8 commenti su “Arrivo a Fuerteventura”

  1. Ciao ragazzi sono Andrea, ci siamo conosciuti nelle acque d’Abruzzo e ci siamo salutati all areoporto di Girona volevo solo augurarvi buon viaggio…e chissà se riusciro’ a venire dalle vostre parti durante questo lungo vostro viaggio…GODETEVELA!…suerte!

  2. beh almeno stavolta sono arrivato primo a commentare questo post visto che gli altri sono tutti pieni. Pure io sto di trips eh?
    Io a Fuerte ci ero stato 4 anni fa cioè nel 2004 e avrei avuto intenzione di tornarci a settembre di quest’anno.non è più come me la ricordavo allora?

  3. Ciao ragazzi,
    vi invidio!Ma in moto andrebbe decisamente meglio!!ma l’importante e viaggiare!!!
    Vi auguro buona fortuna ed a risentirci presto!!!

    Un abbraccio! Walter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.