Kota Kinabalu

Guarda tutte le foto della Malesia.
Arrivo a Kota Kinabalu e seguo le indicazioni di Carlos, il mio amico spagnolo, che è gia qui che mi aspetta. Cerco di raggiungere l’ostello ma come nelle Filippine chiedendo le informazioni per strada vengo rimbalzato da un posto all’altro.
Dopo tanto girare trovo l’ostello, Carlos mi ha lasciato un messaggio in reception e mi ha riservato un letto nel dormitorio. Nel biglietto mi dice che sarebbe tornato nel pomeriggio perchè è andato sulle isole a fare un giro, come sempre non riesce a stare fermo più di un minuto, sembra avere il ballo di San Vito addosso.
Esco, mangio qualcosa e torno in ostello. L’ostello è molto bello e pulito, con prima colazione inclusa, wifi, tv, tè e caffé a volontà. Insomma era da parecchio tempo che non capitavo in un posto così, unica pecca i letti a castello del dormitorio che fanno un casino infernale di ferraglia appena uno si muove e così diventa difficile dormire o per lo meno lo è per gli altri perchè quando si tratta di dormire io stacco il contatore e dormo senza sentire alcun rumore.
Carlos mi racconta un po’ delle avventure nelle Filippine, lui e Daniel sono stati a vedere gli squali balena ma c’era così tanta gente che sembrava di essere all’Olimpico per il derby! Ma a parte questo ha detto che è stato bello, come è stato bello il nord delle Filippine. Mentre chiacchieriamo andiamo verso il mercato notturno dove si puo mangiare dell’ottimo pesce alla griglia, tra mille bancarelle ne scegliamo una così a simpatia. Il tipo mezzo gay del banco ha qualunque ben di Dio che arriva dal mare, la scelta è dura..che mangiare? Gamberi tigre giganti che per quanto sono grossi sembrano braccia staccate a lottatori di wrestling oppure seppie e calamari alle quali manca solo la targa per poter circolare tranquillamente su strada? Io decido di farmi una bella bistecca di tonno alta 4-5 cm servita con del riso mentre Carlos opta di guidare un calamaro piovrato. Finita la cena ci facciamo un giro per smaltire un po’ l’abbuffata ittica e poi torniamo verso casa. Domani è un grande giorno, Carlos andrà a comprarsi un MACBOOK di nuova generazione! Qui in Malesia costa meno, che dire..benvenuto in famiglia MAC.

2 commenti su “Kota Kinabalu”

  1. Paolo,
    frasi come
    “Gamberi tigre giganti che per quanto sono grossi sembrano braccia staccate a lottatori di wrestling oppure seppie e calamari alle quali manca solo la targa per poter circolare tranquillamente su strada”
    sono puri gioielli.

  2. MI PUOI INDICARE UNA SPIAGGIA, ISOLA DOVE SI PUò SURFARE NEI DINTORNI DI KOTA KINABALU. GRAZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.